Quanto contano le calorie?

giugno 7, 2018by admin0
IMG_5845.jpg?fit=750%2C630

C’è chi non ci pensa affatto, chi ne fa una questione vitale: il controllo delle calorie.

Ci hanno insegnato a pensare in questi termini, a volte a mio avviso, anche solo per una questione di marketing.

“Ho comprato questa barretta ai cereali che ha SOLO 100 calorie!”

Bene, ora però guardiamo anche bene cosa c’è dentro a questa barretta: 14g di zuccheri per barretta, 2g di grassi, 1,5g di proteine.

Sapete qual’è il limite giornaliero consigliato di zuccheri? Circa 20-25g. Ecco che con due barrette, o con una barretta ed un caffè zuccherato, si è già oltre il limite.

Avete provato a leggere quanto sia lunga la lista degli ingredienti di tali prodotti confezionati? Si arriva a leggere parole impronunziabili!

Tutto questo non per dire che l’unica alternativa nella vita sia un frutto, per carità, ci sono prodotti molto validi, ma soprattutto per farvi capire quanto sia ingannevole la corsia del supermercato ma soprattutto quanto sia ingannevole il conteggio delle calorie.

Innanzitutto, che cos’è una caloria?

“La Caloria è la quantità di calore richiesta per innalzare di un grado la temperatura della massa di 1kg di acqua distillata da 14,5° a 15,5°, alla pressione di un atmosfera.”

Bene e ora?

Usando le parole del Dottor Rossi (Dalle calorie alle molecole) :

“Per spiegare l’evidenza che le calorie non esistono all’interno del corpo umano, partiamo dalla base: esse si ottengono inserendo un alimento ( 100g di pane o frutta ) in un calorimetro o bomba calorimetrica, nel quale viene ossidato. Il calore liberato dalla combustione tra l’ossigeno, il carbonio e tutte le altre componenti dell’alimento (energia termica ) viene registrato su un display: il valore indica il numero delle calorie liberate  dal singolo alimento.”

Si può quindi affermare che le CALORIE NON ESISTONO, o per lo meno, non all’interno del corpo umano. Non possiamo paragonarci al funzionamento di un macchinario. Ognuno di noi metabolizza i macro e micronutrienti in maniera diversa, e a loro volta, questi alimenti non hanno l’unica funzione di produrre energia, nutrono le cellule, i batteri intestinali..

Prestate attenzione all’ETICHETTA, si, ma non focalizzatevi sulle calorie, piuttosto valutate il quantitativo di zucchero presente nell’alimento, la quantità di grassi saturi e la presenza di proteine e sale.

Detto  questo.. vado a fare merenda con un pò di frutta secca, pensate, RICCA DI GRASSI!!! 😉


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Instagram

  • La colazione degli ultimi due mesi Si vi dico di
  • Leggende metropolitane lananas brucia i grassi DallISS Il falso mito
  • I nonni sono puro amore Nonno era un pinzimonio prima
  • Da piccola raccoglievo lamponi tra i rovi ora  difficile
  • Meglio bere acqua naturale o frizzante?? A me va bene
  • Tra un castello di sabbia un tuffo ed una partita
  • Ricotta uno dei miei alimenti preferiti nonna me la faceva
  • Oggi a Roma  festa non si lavora i pi
  • Per la serie foto storte dove trovarle Ho tirato insieme
  • Qualche giorno fa sui social una ragazza ha raccontato un
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: